Coppa di cristallo. Eliseo Mangili. Milano,1935-1949

Coppa di cristallo. Eliseo Mangili.
OGGETTI VARI

Coppa di cristallo con elementi decorativi di argento e corallo rubrium del Mediterraneo
Eliseo Mangili (1890-1977)
Milano, 1935-1949

Altezza cm 12,2; diametro cm 21; diametro piede cm 11
Peso : Kg 2,55
Particolari coppa di cristallo. Eliseo Mangili
La coppa poggia su un piede svasato a sezione poligonale in cristallo blu, cui è raccordata da una strozzatura. Il corpo, emisferico e anch’esso poligonale, è di cristallo acromo. La parte inferiore è decorata da una serie di archi blu intagliati, parzialmente sovrapposti a corolla, e da cinque cuspidi verticali dello stesso colore. Un triplice filetto intagliato mette in risalto il bordo.
Il raccordo tra il piede e la coppa è ornato da un ramo di ribes realizzato in argento con piccoli frutti a grappolo di corallo rosso arancio.
La coppa presenta lungo la fascia di argento che ne delimita la strozzatura verso il piede i seguenti punzoni che ci aiutano nella datazione dell’opera:

Losanga contenente sigla della provincia MI; fascio littorio; 08
Questo era il punzone in vigore dopo la promulgazione della legge 5 febbraio 1934 n. 305 che disponeva l’uso di un contrassegno uniforme per l’identificazione dell’argentiere e della provincia. In questo caso si tratta del milanese Eliseo Mangili durante il periodo 1935-1949.

800 senza contorno
Titolo in millesimi.

Eliseo Mangili è stato uno dei più talentuosi orefici che affiancarono Alfredo Ravasco (1873-1958) nella sua attività fino agli anni Venti del Novecento. Decise poi di proseguire autonomamente la propria carriera aprendo un laboratorio a Milano in Via Filodrammatici prima, poi in via del Lauro e quindi in via dei Bossi. Restò sempre in contatto con Ravasco che fu tra i suoi migliori clienti. Nel 1963 apre un negozio in Via Manzoni 24 dopo aver partecipato all’esposizione parigina della Mostra del Gioiello Italiano nel 1962. Morì a Milano nel 1977. (Si veda: Melissa Gabardi, Il gioiello italiano del XX secolo, catalogo della mostra al Museo Poldi Pezzoli, Milano, 24 novembre 2016 – 20 marzo 2017, p. 316)

Cover Photo: Fabrizio Stipari

Bibliografia:

M. Gabardi, Il gioiello italiano del XX secolo, catalogo della mostra, Museo Poldi Pezzoli, Milano 24 novembre 2016 – 20 marzo 2017, p. 316.

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.